Sono una fotografa di famiglia, il mio stile è naturale e molto luminoso. Non ho pozioni magiche per tenere fermi i bambini o luci segrete, cerco sempre di cogliere i momenti quotidiani più spontanei e non metto mai in posa le famiglie che si rivolgono a me.Ci sono diversi elementi che devono essere in armonia per ottenere fotografie che non vi stancherete mai di guardare.

  1. La luce! Questo è l’elemento più importante. Io non utilizzo mai il flash e il mio consiglio è di utilizzare le vostre macchine fotografiche o il vostro telefono quando la luce è ideale. Ma cosa significa luce ideale?
    In casa ogni momento della giornata va bene, sfruttate al massimo gli spazi più luminosi evitando la luce diretta.
    All’esterno i momenti migliori sono la mattina e il tardo pomeriggio, mentre se scattate nel centro della giornata la scelta di posti in ombra vi permetterà di sfruttare la luce senza avere troppi problemi.
  2. La gestione degli spazi. L’unica interazione che mi permetto è quella con l’ambiente. Se sono in una stanza molto disordinata o in cui c’è qualche elemento di disturbo lo tolgo. Ricordate: tutto ciò che c’è sarà fotografato quindi fate attenzione a quello che non vorreste nei vostri scatti.
  3. Il momento giusto. Se volete fotografie in cui i vostri figli giocano e ridono dovrete interagire con loro magari lasciando la macchina fotografica da parte per qualche minuto, vedrete che poi il resto verrà da sé.
  4. Attività e coinvolgimento. Non è sufficiente chiedere ai bimbi di far qualcosa bisogna coinvolgerli: “Coloriamo tutti insieme? Suoniamo la batteria? Andiamo a fare le bolle di sapone nella vasca da bagno? Facciamo una torta?”
  5. Naturalezza. Non chiedete ai bambini di mettersi in posa. Se lo dovessero fare smettete di fotografare finché non riprenderanno la loro attività e aspettate sempre i momenti che seguono un’azione, riservano spesso belle sorprese.
  6. Ottenere ritratti naturali. Mentre state facendo le bolle con la schiuma vi basterà dire il loro nome e click…avrete fatto il ritratto più bello!
  7. Attenzione ai particolari. Oltre alle scene descrittive fate attenzione anche a piccoli dettagli.
  8. Sperimentare. Deve essere un momento divertente e di scoperta anche per voi, quindi sperimentate diversi punti di vista. Spostatevi intorno ai vostri bimbi e provate a scattare coricati in terra o dall’alto, avvicinatevi e allontanatevi, vedrete quanto cambieranno le vostre fotografie.
  9. Riconoscere quando smettere. Sfruttate al massimo i momenti di entusiasmo e cercate di non portare i vostri figli a dire “uff..basta con queste foto!”
  10. Selezionate e stampate le fotografie. A volte mi ritrovo a guardare le fotografie di quando ero piccola e la sensazione di averle fisicamente tra le mani è meravigliosa.